Nuovo paese, nuovo blog

Trasferirsi in Messico. Ci risiamo, cambio di nuovo vita e paese. Mi toccherá a scrivere un nuovo blog !

Quando nel 2004 mi trasferii da Salerno a Barcellona, una delle prime cose che decisi di fare, fu aprire un blog. Nacque cosí, Il Blog di Beppe Brillo con il quale cercavo allo stesso tempo di dare, da un lato, una traccia costante ai miei amici in Italia della mia nuova avventura ma anche di scrivere delle mie nuove scoperte nella capitale catalana, sperando che qualcuno le potesse anche trovare utili.

Devo dire, anche con un poco di orgoglio, che qualche scoperta azzeccata anche l’ho fatta con, ad esempio, il supermercato di prodotti italiani gestito da un pakistano in calle Parlament a Poble Sec. Ancora oggi quel post, datato novembre 2012, continua a ricevere decine d’entrate al giorno. Ci fu, poi, la mia versione sull’episodio degli pseudo turisti italiani nudi a Barcellona, per il quale ebbi anche diversi complimenti da chi fa giornalismo per professione

Il Blog di Beppe Brillo

Devo ammettere che mi sono divertito molto a scrivere dalla “ciudad condal”, ricevevo parecchi spunti camminando per strada ed osservando soprattutto i turisti da ogni parte del mondo ( ovviamente i miei preferiti erano proprio i turisti italiani !). A Barcellona inizai a leggere un blog che ormai negli anni é diventato un vero punto di riferimento: Spaghettibcn. Ho anche avuto l’onore di conoscere chi c’era dietro questo progetto. Non li nomino perché so che a loro non piace essere sotto i riflettori del blog star system ( anche perché, per farlo, qualche kilo dovrebbero perderlo…hihihiihi ).

 

Trasferirsi in Messico: come non perdere i contatti

Quando mi sono trasferito qui in Messico, a San Juan del Rio, nello stato del Querétaro, la prima cosa che ho pensato é fare la stessa cosa che feci nel 2004: aprire un nuovo blog. Quello che scrivevo prima é stato sempre piú rimpiazzato da Facebook, dai messaggi Whatsup, etc. perdendo la sua funzione principale: restare in contatto con le persone che non volevo perdere di vista. Il problema, ora, é che vivendo in Messico, gli orari sono diversi ( sono 7 ore in meno) e quindi la comunicazione non é piú cosí fluente come prima. Quindi, dopo aver contrattato internet a casa, la prima cosa che ho fatto é stato rimettermi a scrivere.

Come chiamare questo nuovo blog?

Avevo varie idee ma poi, forse per non tagliare il cordone ombelicale che ancora mi lega a Barcellona, o forse per presunzione, ho pensato  di chiamarlo proprio Spaghettiqro (Querétaro é spesso abbreviato con la sigla QRO). Prima di farlo ho chiesto, giustamente, prima il permesso al buon Fabio. Inizialmente mi ha minacciato di denunZiarmi con il suo team di avvocati internazionali, ma poi siamo arrivati ad un accordo che prevede una fornitura mensile di tacos e chile jalapeño.

E il primo post l’ho fatto. Ora, stando a quello che sto imparando dal master in Marketing Digitale che sto facendo, dovrei postare almeno una/due volte a settimana…é una parola !

Giuseppe Pierri

Salernitano di nascita, dopo essere vissuto 12 anni a Barcellona mi sono trasferito in Messico, a San Juan del Rio, nello stato del Querétaro. A Barcellona ho fatto un master in Digital Marketing ed E-Commerce, materie che mi appassionano da quando ho iniziato a frequentare il W.W.W. seriamente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: